La servitù della gleba in Russia

Il termine servo , nel senso di una contadina non libero del Impero russo , è la solita traduzione di krepostnoi krestyanin ( крепостной крестьянин ). Le origini della servitù della gleba in Russia, sono riconducibili a Rus’ di Kiev nel 11 ° secolo. I documenti legali dell’epoca, come Russkaya Pravda , illustri parecchi gradi di dipendenza feudale di contadini .

La servitù della gleba è diventato la forma dominante di rapporto tra contadini e nobili nel 17 ° secolo. Serfdom più comunemente esisteva nelle zone centrali e meridionali dell’Impero russo. La servitù della gleba nelle Urali e la Siberia è stato ampiamente invisibile fino a quando, durante il regno di Caterina la Grande, le aziende hanno iniziato a inviare servi in quelle zone, nel tentativo di raccogliere la loro grande quantità di risorse naturali non sfruttate

Zar Alessandro I ha voluto riformare il sistema, ma è stato ostacolato. Nuove leggi permesso tutte le classi (tranne i servi della gleba) di possedere terra, un privilegio che finora riservata alla nobiltà. La servitù della gleba russo è stato finalmente abolito nel riformare l’emancipazione del 1861 dallo zar Alessandro II . Gli studiosi hanno proposto diverse ragioni sovrapposte per spiegare l’abolizione, tra cui la paura di una rivolta su larga scala dai servi, esigenze finanziarie del governo, in continua evoluzione sensibilità culturali e necessità dei militari per i soldati.

Terminologia

Il termine muzhik , o mugik ( russo : мужик , IPA:  [mʊʐɨk] ) significa “contadino russo” quando viene utilizzato in inglese. Questa parola è stata presa in prestito dal russo in lingue occidentali attraverso traduzioni di 19 ° secolo la letteratura russa , descrivendo russo vita rurale di quei tempi, e dove la parola muzhik è stato utilizzato per indicare l’abitante rurale più comune – un contadino – ma questo era solo una stretta significato contestuale.

Storia

Le origini della servitù della gleba in Russia ( крепостничество , krepostnichestvo ) possono essere ricondotte al 11 ° secolo; Tuttavia, la forma più completa di feudale sfruttamento avvolta solo alcune categorie di popolazione rurale. Nel 12 ° secolo, lo sfruttamento delle cosiddette zakups su terre arabili ( ролейные (пашенные) закупы , roleyniye (pashenniye) zakupy ) e corvée smerds (termine russo per corvée è барщина , barschina ) è stato più vicino a quello che oggi è conosciuto come la servitù della gleba. Secondo il Russkaya Pravda , un principesco smerd aveva limitata di proprietà e diritti personali. Il suo incameramento è stato dato al principe e la sua vita è stata identificata con quella del kholop , il che significa il suo omicidio era punibile con una multa di cinque grivnas .

XIII al XV secolo

Nel 13 ° al 15 ° secolo, la dipendenza feudale applicata ad un numero significativo di contadini , ma la servitù della gleba, come sappiamo che non era ancora un fenomeno diffuso. A metà del 15 ° secolo il diritto di determinate categorie di contadini in alcune votchinas a lasciare il loro padrone era limitata ad un periodo di una settimana prima e dopo il cosiddetto giorno di Yuri (26 novembre). La Sudebnik del 1497 ha confermato ufficialmente questo termine di tempo universale per tutti e anche stabilito l’importo del “break-away” tassa chiamata pozhiloye ( пожилое ). Il codice legale di Ivan III di Russia , Sudebnik (1497), ha rafforzato la dipendenza dei contadini, in tutto lo stato, e limitato la loro mobilità . I russi persistentemente hanno combattuto contro gli Stati successori della dell’Orda d’Oro , soprattutto il Khanato di Crimea . Ogni anno la popolazione russa del confine soffriva di invasioni tartare e decine di migliaia di nobili proteggeva il confine meridionale (un pesante fardello per lo Stato), che ha rallentato il suo sviluppo sociale ed economico e ampliato la tassazione dei contadini.

Transizione alla piena servitù della gleba

La Sudebnik del 1550 ha aumentato la quantità di pozhiloye e ha introdotto un ulteriore tassa chiamata za povoz ( за повоз o spesa di trasporto), nel caso in cui un contadino ha rifiutato di portare la raccolta dai campi al suo padrone. Un temporaneo ( Заповедные лета , o anni riservati ) e successivamente un divieto a tempo indeterminato per i contadini a lasciare i loro padroni è stato introdotto dal ukase del 1597 sotto il regno di Boris Godunov , che ha tolto il diritto dei contadini alla libera circolazione intorno al giorno di Yuri , vincolante la stragrande maggioranza dei contadini russa in piena servitù della gleba. Questi definiti anche i cosiddetti anni fisse ( Урочные лета , urochniye leta ), o il lasso di tempo di 5 anni per la ricerca dei contadini in fuga. Nel 1607, un nuovo ukase definito sanzioni per nascondere e mantenere i fuggitivi: la multa doveva essere pagato allo Stato e pozhiloye – al precedente titolare del contadino.

Il Sobornoye Ulozhenie ( Соборное уложение , “Codice di diritto”) del 1649 ha dato servi di proprietà, e nel 1658, il volo è stato fatto un reato penale. Proprietari terrieri russi alla fine hanno guadagnato quasi illimitata di proprietà nel corso servi russi. Il proprietario terriero potrebbe trasferire il servo senza terra ad un altro proprietario terriero, mantenendo proprietà personale del servo e della famiglia; Tuttavia, il proprietario del terreno non aveva alcun diritto di uccidere il servo. Circa quattro quinti dei contadini russi erano servi della gleba secondo i censimenti del 1678 e il 1719; liberi ( neri ) i contadini sono rimasti solo nel nord e nord-est del paese.

La maggior parte del dvoryane (nobili) erano contenuti con il lasso di tempo lungo per la ricerca dei contadini in fuga. I maggiori proprietari terrieri del paese, tuttavia, insieme alla dvoryane del sud, erano interessati ad un breve periodo di persecuzione a causa del fatto che molti fuggitivi sarebbero di solito fuggire verso la parte meridionale della Russia. Durante la prima metà del 17 ° secolo la dvoryane inviato loro collettivi petizioni ( челобитные , chelobitniye ) alle autorità, chiedendo per l’estensione degli “anni fissi”. Nel 1642, il governo russo ha stabilito un limite di 10 anni per la ricerca dei fuggitivi e il limite di 15 anni per la ricerca per i contadini portati via dai loro nuovi proprietari.

Il Sobornoye Ulozhenie introdotto una ricerca a tempo indeterminato per chi è in fuga, il che significa che tutti i contadini che erano fuggiti dai loro padroni dopo il censimento del 1626 o 1646-1647 dovevano essere restituite. Il governo sarebbe ancora introdurre nuove strutture di tempo e terreni per la ricerca dei fuggitivi dopo 1649, che si applicava ai contadini che erano fuggiti ai quartieri periferici del paese, come ad esempio le regioni lungo il confine abatises chiamati zasechniye linii ( засечные линии ) (ukases del 1653 e 1656), la Siberia (ukases di 1671, 1683 e 1700), Don (1698) ecc dvoryane costantemente chiesto che la ricerca dei fuggitivi essere sponsorizzato dal governo. La legislazione della seconda metà del 17 ° secolo prestato molta attenzione ai mezzi di punizione dei fuggitivi.

La servitù della gleba era appena efficiente; servi e nobili avevano pochi incentivi per migliorare la terra. Tuttavia, era politicamente efficace. Nobili raramente contestato zar per paura di provocare una rivolta contadina. I servi avevano tenancy per tutta la vita sul loro trame in modo che tendevano ad essere conservatori pure. I servi hanno piccola parte a rivolte; sono stati i cosacchi e nomadi che si sono ribellati. Le rivoluzioni del 1905 e il 1917 è accaduto dopo l’abolizione della servitù della gleba.

Le ribellioni

Numerose sono state le ribellioni contro questa schiavitù, più spesso in combinazione con cosacchi rivolte, come i moti del Ivan Bolotnikov (1606-1607), Stenka Razin (1667-1671), Kondraty Bulavin (1707-1709) e Emel’jan Ivanovič Pugačëv (1773- 75). Mentre i cosacchi rivolte beneficiato disturbi fra i contadini, che a loro volta ricevuto un impulso dalla rivolta cosacca, nessuno dei movimenti cosacche erano diretti contro l’istituzione della servitù stessa. Invece, i contadini in aree cosacco-dominate divennero cosacchi, sfuggendo così dai contadini piuttosto che direttamente l’organizzazione di contadini contro l’istituzione. Tra la fine del ribellione Pugachev e l’inizio del 19 ° secolo, c’erano centinaia di focolai in tutta la Russia, e non c’era mai un momento in cui i contadini era completamente quiescente.

incursioni dell’esercito russo

Lo storico polacco, Jerzy Czajewski , ha scritto che i contadini russi stavano scappando dalla Russia al Commonwealth polacco-lituano in numero abbastanza significativo di diventare una delle principali preoccupazioni per il governo russo e sufficienti a svolgere un ruolo nella sua decisione di partizionare il Commonwealth . Sempre nel 18 ° secolo fino a quando le partizioni risolto questo problema, armate russe hanno fatto irruzione territori del Commonwealth, ufficialmente per recuperare i fuggitivi, ma in realtà sequestri di molti locali.

Schiavi e servi della gleba

Nel complesso, la servitù sia venuto ed è rimasto in Russia molto più tardi rispetto ad altri paesi europei. La schiavitù è rimasta un’istituzione legalmente riconosciuta in Russia fino al 1723, quando Pietro il Grande convertito gli schiavi domestici in servi di casa. Schiavi agricoli russi sono stati formalmente trasformati in servi della gleba in precedenza nel 1679.

conversione formale per lo stato servo e il divieto in seguito alla vendita di servi, senza una terra non si è fermata il commercio di schiavi domestici; questo commercio solo cambiato il suo nome. I proprietari privati ​​dei servi consideravano la legge come una mera formalità. Invece di “vendita di un contadino” i giornali avrebbero pubblicizzare “servo per il noleggio” o simili.

In realtà, questo commercio di servi della gleba senza terra considerata come un mero bene mobile fiorì tutta la strada fino alla totale abolizione della servitù della gleba nel 1861, anche se il quadro sciolto del sistema giuridico russo e la mancanza delle forze dell’ordine ha fatto sì che il commercio di schiavi in ​​qualche orientale a distanza province russe sopravvissute fino periodo molto più tardi.

La stima ufficiale è che 10,5 milioni di russi erano di proprietà privata, 9,5 milioni erano di proprietà dello Stato e un altro 900.000 servi erano sotto il patrocinio dello zar ( udelnye krestiane ) prima della Grande Emancipazione del 1861.

Una particolare fonte di indignazione in Europa è stato Kolokol pubblicato a Londra, Inghilterra (1857-1865) e Ginevra (1865-1867). Ha raccolto molti casi di orrendi abusi fisici, emotivi e sessuali dei servi della gleba da parte dei proprietari terrieri.

XVIII e XIX secolo

Pietro III ha creato due misure nel 1762 che hanno influenzato l’abolizione della servitù della gleba. Ha concluso il servizio militare obbligatorio per nobili con l’abolizione del servizio di stato nobile obbligatoria. Questo ha fornito una logica per terminare servitù. In secondo luogo, è stata la secolarizzazione dei beni ecclesiastici, che ha trasferito i suoi contadini e terreni alla giurisdizione dello Stato. Nel 1775 sono state adottate misure da Caterina II di perseguire i proprietari immobiliari per il trattamento crudele dei servi. Queste misure sono state rafforzate nel 1817 e 1820 fine degli anni. Ci sono state anche le leggi che richiedevano i proprietari di immobili per aiutare servi in tempo di carestia, che ha incluso il grano da tenere in riserva. Queste politiche non sono riusciti per aiutare carestie nei primi anni del XIX secolo a causa di proprietario immobiliare negligenza.“The Bargain” di Nikolai Nevrev (Vendita di una ragazza servo)

Zar Alessandro I e dei suoi consiglieri tranquillamente discusso le opzioni a lungo. Ostacoli incluso il fallimento di abolizione in Austria e la reazione politica contro la rivoluzione francese . Con cautela, ha esteso il diritto di possedere terreni per la maggior parte delle classi di soggetti, tra cui i contadini di proprietà dello Stato, nel 1801 e ha creato una nuova categoria sociale di “agricoltore libero”, per i contadini volontariamente emancipate dai loro padroni, nel 1803. La grande maggioranza delle servi della gleba non sono stati colpiti.

Lo stato russo ha inoltre continuato a sostenere la servitù a causa di coscrizione militare. I servi arruolati drammaticamente aumentato le dimensioni dei militari russi. Con un esercito più grande della Russia ha raggiunto la vittoria nelle guerre napoleoniche e russo-persiana guerre ; questo non ha cambiato la disparità tra la Russia e l’Europa occidentale, che stavano vivendo rivoluzioni agricole e industriali. Rispetto all’Europa occidentale era chiaro che la Russia era in uno svantaggio economico. Filosofi europei durante il secolo dei lumi criticato la servitù della gleba e rispetto a pratiche di lavoro medievali che erano quasi inesistenti nel resto del continente. La maggior parte dei nobili russi non erano interessati a cambiamento verso pratiche di lavoro occidentali che Caterina la Grande proposto. Invece hanno preferito ipotecare servi a scopo di lucro. Nel 1820, il 20% di tutti i servi erano ipotecati affermare istituti di credito dai loro proprietari. Questo è stato aumentato a 66% nel 1859.

Bourgeois è stato permesso di servi 1721-62 e 1798-1816 possedere, questo era quello di incoraggiare l’industrializzazione. Nel 1804, il 48% degli operai russi erano servi della gleba, il 52% nel 1825. servi senza terra è passata dal 4,14% nel 1835-6,79% nel 1858. Hanno ricevuto nessuna terra nel emancipazione. I proprietari deliberatamente aumentato il numero di servi domestici, quando hanno anticipato scomparsa di servitù della gleba. Nel 1798, i proprietari ucraini sono stati banditi dalla vendita di servi a parte da terra. Nel 1841, i nobili senza terra sono stati vietati anche.

Abolizione

Articolo principale: la riforma Emancipazione del 1861

Nel 1816, 1817 e il 1819 servitù è stata abolita in Estonia , Curlandia e Livonia rispettivamente. Tuttavia tutto il paese rimase nelle mani nobili e rendita in lavoro è durato fino al 1868. È stato sostituito con braccianti senza terra e la mezzadria ( halbkörner ). Lavoratori senza terra hanno dovuto chiedere il permesso di lasciare una tenuta.

La nobiltà era troppo debole per opporsi l’emancipazione dei servi della gleba. Nel 1820 erano ipotecati un quinto dei servi della gleba, la metà dal 1842. In 1859, un terzo di proprietà di nobili e di due terzi dei loro servi erano ipotecati a banche nobili o lo stato. La nobiltà stata indebolita anche dalla diffusione delle loro proprietà, mancanza di maggiorascato , e l’elevato turnover e mobilità dalla tenuta a tenuta.

Zia dello Zar Granduchessa Elena Pavlovna ha svolto un ruolo importante dietro le quinte negli anni 1855 al 1861. Usando la sua stretta relazione con suo nipote Alessandro II, ha sostenuto e guidato il suo desiderio di emancipazione, e ha contribuito a mobilitare il supporto di consulenti chiave.

Nel 1861 Alessandro II liberò tutti i servi della gleba in una grande riforma agraria , stimolata in parte dal suo punto di vista che “è meglio per liberare i contadini dall’alto” che aspettare fino a quando hanno vinto la loro libertà da moti “dal basso”.

Serfdom fu abolita nel 1861, ma la sua abolizione è stato raggiunto in condizioni non sempre favorevoli ai contadini e servito ad aumentare le pressioni rivoluzionarie. Tra il 1864 e il 1871 è stata abolita la servitù della gleba in Georgia . In Kalmykia servitù della gleba fu abolita solo nel 1892.

I servi dovevano lavorare per il padrone di casa come al solito per due anni. I nobili mantenuto quasi tutti i prati e boschi, avevano i loro debiti pagati dallo Stato, mentre gli ex servi pagati 34% rispetto al prezzo di mercato per le trame rattrappiti tenevano. Questa cifra era del 90% nelle regioni settentrionali, il 20% nella regione terra nera, ma zero nei province polacche . Nel 1857, 6,79% dei servi erano domestici, servitori senza terra che hanno soggiornato senza terra dopo 1861. Solo polacchi e rumeni servi domestici ottenuto terreno. Il 90% dei servi della gleba che ha ottenuto grandi appezzamenti erano in Congresso la Polonia , dove lo zar voleva indebolire la szlachta . Il resto erano nel nord sterile e in Astrakhan . In tutto l’Impero, la terra dei contadini è diminuito del 4,1%, 13,3% di fuori della zona polacca ex e il 23,3% nelle 16 province terra nera. Questi pagamenti di rimborso non sono stati soppressi fino al 1 Gennaio, 1907.

urto

Uno studio 2018 in American Economic Review ha trovato “un sostanziale aumento della produttività agricola, la produzione industriale, e la nutrizione dei contadini nella Russia imperiale a seguito dell’abolizione della servitù della gleba nel 1861” .

la società Serf

Lavoro e obblighi

In Russia, i termini barshchina ( барщина ) o boyarshchina ( боярщина ), fare riferimento al lavoro obbligatorio che i servi eseguiti per il proprietario terriero sulla sua porzione di terra (l’altra parte della terra, di solito di una qualità inferiore, i contadini potevano utilizzare per se stessi). A volte i termini sono liberamente tradotto con il termine corvée . Mentre nessun regolamento ufficiale del governo per quanto di barshchina esisteva, un 1797 ukase da Paolo I di Russia descritto una barshchina di tre giorni a settimana come normale e sufficiente per le esigenze del proprietario del terreno.

Nella regione di terra nera, 70% al 77% dei servi eseguita barshchina ; il resto pagato prelievi ( obrok ).

Il matrimonio e la vita familiare

Proprio come in tutti gli aspetti di una vita servo della gleba russo del XIX secolo, servi della gleba non erano liberi di sposare chi desideravano. La mobilità Serf è stato fortemente limitato, che non ha lasciato molte opzioni nella scelta di un coniuge. Per rendere le cose più difficili, ci sono stati tre vincoli principali sul matrimonio dei servi. L’intero impero doveva seguire le regole messe in atto dal zar e la Chiesa , i proprietari terrieri imposto restrizioni per i loro beni, e, infine, le famiglie e le comunità stabilito alcune linee guida e influenza.

La Chiesa ortodossa russa ha avuto molte regole in materia di matrimonio che sono state rigorosamente osservata da parte della popolazione. Ad esempio, il matrimonio non è stato permesso di prendere posto durante i periodi di digiuno, alla vigilia o il giorno di una vacanza, durante tutta la settimana di Pasqua , o per due settimane dopo il Natale . Prima che l’ abolizione della servitù della gleba nel 1861 , il matrimonio è stato severamente proibito il martedì, giovedì e sabato. A causa di queste regole certe maggior parte dei matrimoni si sono verificati nei mesi di gennaio, febbraio, ottobre e novembre. Dopo l’emancipazione i mesi che sposano più popolari erano luglio, ottobre e novembre.

leggi imperiali erano molto particolare con l’età in cui servi potevano sposare. L’età minima per sposarsi aveva 13 anni per le donne e 15 per gli uomini. Dopo il 1830 le età maschili e femminili sono state sollevate a 16 e 18, rispettivamente. Per sposarsi di età superiore ai 60 anni, il servo ha dovuto ricevere il permesso, ma il matrimonio di età superiore ai 80 era proibito. La Chiesa, inoltre, non ha approvato i matrimoni con grandi differenze di età.

I proprietari terrieri erano interessati a mantenere tutti i loro servi e non perdere i lavoratori ai matrimoni su altre proprietà . Prima di 1812 servi della gleba non potevano sposarsi servi da altre tenute. Dopo 1812 le regole rilassato un po ‘, ma per per una famiglia per dare loro figlia ad un marito in un altro immobile hanno dovuto applicare e le informazioni presenti per il loro proprietario terriero prima del tempo. Se un servo voleva sposare una vedova , poi certificati di emancipazione e di morte dovevano essere consegnati e indagato per l’autenticità dal loro proprietario, prima di un matrimonio potrebbe avvenire.

Prima e dopo l’abolizione della servitù della gleba, famiglie contadine russe erano patriarcali . Il matrimonio è stato importante per le famiglie economicamente e socialmente. I genitori erano incaricati di trovare coniugi idonei per i loro figli al fine di aiutare la famiglia, e non erano interessati nel vero amore quando c’erano bocche da sfamare e campi di tendere. I genitori della sposa sono stati interessati con i benefici sociali e materiali che avrebbero guadagnare nell’alleanza tra le due famiglie. Alcuni hanno anche preso in considerazione il futuro della qualità della loro figlia di vita e di quanto lavoro sarebbe necessario di lei. Genitori dello sposo sarebbero preoccupati per fattori economici, come le dimensioni del dote così come la decenza della sposa, la modestia, l’obbedienza, la capacità di fare il lavoro, e background familiare. Al momento del matrimonio, la sposa è venuto a vivere con il suo nuovo marito e la sua famiglia, così aveva bisogno di essere pronta ad assimilare e lavorare sodo.

Servi guardato molto sul matrimonio in anticipo a causa di una maggiore controllo parentale. In età più giovane ci sono meno possibilità dell’individuo innamorarsi di una persona diversa da chi i suoi genitori hanno scelto. V’è anche una maggiore certezza della castità, che era più importante per le donne rispetto agli uomini. L’età media del matrimonio per le donne è stato di circa 19 anni.

Durante la servitù della gleba, quando il padrone di casa era stato disobbedito dai loro figli potrebbero avere il passo master o proprietario terriero. Dopo l’emancipazione dei servi della gleba nel 1861, il patriarca della famiglia perso un po ‘del suo potere, e non potevano più ricevere l’aiuto del proprietario del terreno . Le generazioni più giovani oggi hanno avuto la libertà di lavorare fuori le loro proprietà; alcuni addirittura è andato a lavorare nelle fabbriche. Questi contadini più giovani hanno avuto accesso a giornali e libri, che li introdotte per più modi radicali di pensiero. La possibilità di lavorare al di fuori della casa ha dato l’indipendenza dei contadini più giovani, nonché un salario a che fare con quello che volevano. lavori agricoli e domestici erano uno sforzo di gruppo, in modo che il salario è andato alla famiglia. I bambini che hanno lavorato posti di lavoro industriali hanno dato i loro guadagni alla loro famiglia pure, ma un po ‘usato come un modo per ottenere voce in capitolo i propri matrimoni. In questo caso alcune famiglie permesso ai loro figli di sposarsi quelle che scelsero fino a quando la famiglia era in situazione economica simile a loro. Non importa cosa, l’approvazione dei genitori è stato richiesto al fine di rendere un matrimonio legale.

Distribuzione della proprietà e dei doveri tra i coniugi

Secondo uno studio completato nel tardo 1890, dall’etnografo Semyonova, ha osservato che marito e moglie sono stati assegnati a diversi compiti in casa. Per quanto riguarda la proprietà, il marito assume la proprietà, più i fondi necessari per effettuare aggiunte alla proprietà. Aggiunte includono recinzione, fienili, e carri. Mentre il potere d’acquisto primaria appartiene al marito, la moglie avrebbe dovuto acquistare alcuni elementi. Lei è stato anche previsto di acquistare articoli per la casa, come ciotole, piatti, pentole, botti e utensili vari. Le mogli sono stati necessari anche per l’acquisto di stoffa e fare i vestiti per la famiglia di filatura e utilizzando un dontse . Calzature era la responsabilità del marito e ha creato le scarpe liberiane e stivali di feltro per la famiglia. Per quanto riguarda le colture, ci si aspettava che gli uomini e le donne seminare per raccogliere. Un raccolto comune raccolto dai servi della gleba nella regione della Terra Nera era di lino . La maggior parte del bestiame, come i maiali e cavalli, era di proprietà del marito. Le mucche erano di proprietà del marito, ma erano di solito in possesso della moglie. I polli sono stati considerati di proprietà della moglie, mentre le pecore era un bene comune per la famiglia. L’eccezione fu quando la moglie possedeva pecore attraverso una dote ( sobinki ).

Entro la metà del 19 ° secolo, i contadini composto una maggioranza della popolazione, e secondo il censimento del 1857 il numero di servi privati ​​è stato 23,1 milioni di 62,5 milioni di russi, il 37,7% della popolazione.

I numeri esatti, secondo i dati ufficiali, sono stati: intera popolazione 60.909.309; contadini di tutte le classi 49,486,665; contadini stato 23,138,191; contadini sulle terre di proprietari 23,022,390; contadini delle appannaggi e di altri dipartimenti 3,326,084. contadini dello Stato sono stati considerati personalmente libero, ma la loro libertà di movimento è stata limitata.

% servi sulle tenute di …17001861
+500 servi della gleba2642
100-5003338
1-1004120

proprietari% servi con meno di 100 servi

177718341858
838478

la servitù della gleba russo dipendeva interamente dalla tecnologia tradizionale ed estesa dei contadini. I rendimenti sono rimasti bassi e fissi durante la maggior parte del 19 ° secolo. Qualsiasi aumento del reddito tratti da agricoltura era in gran parte attraverso l’aumento superficie territoriale e ampia raccolta del grano mediante sfruttamento del lavoro contadino, che è, per gravare ancora di più della famiglia contadina.

Servi di proprietà di proprietari terrieri russi europee

Numero di servinel 1777 (%)nel 1859 (%)
10001.1
501-10002
101-50016 (101+)18
21-1002535.1
0-205943.8

% contadini enserfed in ogni provincia, 1860

+ 55%: Kaluga Kiev Kostroma Kutais Minsk Mogilev Nizhny Novgorod Podolia Ryazan Smolensk Tula Vitebsk Vladimir Volinia Yaroslavl

36-55%: Chernigov Grodno Kovno Kursk Mosca Novgorod Oryol Penza Poltava Pskov Saratov Simbirsk Tambov Tver Vilna

16-35%: Don Ekaterinoslav Kharkov Kherson Kuban Perm Tiflis Vologda Voronezh

Nella centrale Regione terra nera 70-77% dei servi della gleba effettuato prestazioni di lavoro ( barshchina ), il resto pagato affittare ( obrok ). A causa della elevata fertilità, il 70% della produzione cerealicola russa nel 1850. è stato qui. Nei sette province centrali del 1860, il 67,7% dei servi della gleba erano in obrok .



Categorie:E14.01- Russia antica e pre-moderna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: