Civiltà e religioni indo-tibetane (2019-20)

Anno Accademico:2019/2020
Docente:Orofino Giacomella
Settore Disciplinare:L-OR/17 – Filosofie, religioni e storia dell’india e dell’asia centrale

DOCENTE: Giacomella Orofino
INSEGNAMENTO/ATTIVITÀ: CIVILTA’ E RELIGIONI INDOTIBETANE
SETTORE SCIENTIFICO-DISCIPLINARE: [L/OR17]

CFU: 6, 8
CORSO/I DI STUDIO: [LINGUE E CULTURE ORIENTALI E AFRICANE, CIVILTA’ ANTICHE E ARCHEOLOGIA: ORIENTE E OCCIDENTE, LINGUE E CULTURE COMPARATE]
PARTIZIONAMENTO:NESSUNO

TEACHING/ACTIVITY: [INDO-TIBETAN RELIGIONS AND CIVILISATIONS]

PREREQUISITI
Per affrontare i contenuti previsti dall’insegnamento, è necessario che lo studente possieda competenze e capacità linguistiche sulla lingua inglese di livello medio (almeno livello B 1 del CEFR); è inoltre necessaria la conoscenza delle nozioni fondamentali dell’analisi metalinguistica. Si richiede una conoscenza di base della storia politica, sociale e culturale del Mondo occidentale dalle origini all’epoca contemporanea.

PROPEDEUTICITÀ

[nessuna]

OBIETTIVI E RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI
Il corso intende fornire un quadro sintetico della storia delle civiltà himalayane: India, Tibet, Nepal, Bhutan, Cina dal periodo preistorico ai giorni nostri. Particolare attenzione sarà data al periodo preistorico, al periodo dell’impero tibetano, (VII-IX secolo), al periodo del Rinascimento (X-XIII secolo) alla formazione delle scuole religiose e ai loro canoni letterari, al governo dei Dalai Lama e alle vicende storiche del Novecento. Oltre alla storia si studieranno elementi dell’arte tibetana, della poesia, della musica e della medicina. Il corso monografico verterà sulle dottrine religiose più significative delle civiltà indotibetane.
Il corso è teso a fornire agli studenti capacità critiche nello studio della civiltà tibetana nel suo complesso, la quale rappresenta una delle civiltà più importanti e complesse che si sia sviluppata nel cuore dell’Asia. In particolare gli studenti che avranno scelto Lingua cinese come lingua triennale acquisteranno maggiore consapevolezza e conoscenza delle culture delle minoranze della Repubblica popolare cinese. Inoltre gli studenti che avranno scelto lingue dell’Asia Meridionale saranno in grado di contestualizzare le relazioni culturali e storiche tra i paesi che saranno alla base del loro piano di studi e le civiltà vicine.

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE APPLICATE
Il percorso formativo dell’insegnamento intende fornire agli studenti le conoscenze e gli strumenti metodologici necessari per le seguenti attività:
1) conoscere e analizzare in modo critico i principali eventi storici della cultura indotibetana, della diffusione del Buddhismo in Asia e degli sviluppi storici e culturali che hanno investito la Cina del �900;
2) utilizzare e padroneggiare metodologie di analisi di fenomeni culturali e storici relativi alla natura dei contenuti proposti;
3) comunicare efficacemente le riflessioni suscitate dai processi storico-culturali dell’Asia con linguaggio appropriato.

ULTERIORI RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI

Autonomia di giudizio:
Lo studente deve dimostrare di avere acquisito una autonoma capacità di comprendere e analizzare criticamente gli eventi storici presi in esame, inquadrandoli puntualmente nei contesti storici e culturali di riferimento (Asia centrale, meridionale e orientale) e di essere in grado di estendere tale capacità all’analisi di contenuti analoghi.

Abilità comunicative:
Lo studente deve essere in grado di orientarsi con competenza nella storia letteraria e culturale dei contesti di riferimento e di esporre e problematizzare (le principali tematiche indagate durante il corso, producendo riflessioni e osservazioni autonome.

Capacità di apprendimento:
Lo studente deve dimostrare, applicando i metodi critici e utilizzando gli strumenti di analisi acquisiti, di aver affinato le proprie capacità di leggere i testi storici e letterari in modo autonomo e critico. Deve essere in grado di svolgere ricerche e approfondimenti autonomi, sia consultando le bibliografie fornite dal docente, sia utilizzando strumenti tradizionali e/o informatici.


METODOLOGIA DI INSEGNAMENTO
Didattica frontale. Le lezioni si concentreranno principalmente sugli eventi storici e culturali delle Civiltà di cultura tibetana. La bibliografia di riferimento potrà inoltre essere integrata da ulteriore materiale critico che sarà distribuito durante le lezioni.
L’esame consisterà in una verifica orale tesa ad accertare l’acquisizione dei contenuti.


PROGRAMMA

Titolo del Corso: [se del caso, inserire un titolo per il corso di insegnamento, altrimenti cancellare]

Il corso si divide in due parti: A e B per gli studenti che devono acquisire 8 cfu .
Gli studenti che devono acquisire 6 cfu dovranno studiare tutta la parte A e i primi due temi della parte B.

A. Civiltà e religioni indotibetane (24 ore, Modulo istituzionale)
1. La cultura tibetana preistorica.
2. Il Tibet irrompe nella storia dell’Asia centrale e Orientale (600-700).
3. Il sacro impero buddhista tibetano (700- 797).
4. Il periodo della frammentazione e delle egemonie religiose.
5. Sacerdoti e patroni. L’epoca Yuan.
6. L’età dell’oro. Letteratura, arti, scienze buddhiste nel cuore dell’Asia.
7. Influenza sulle culture limitrofe, Mongolia, Bhutan, India, Cina.
7. L’età dei Dalai Lama.
8. Breve sogno di indipendenza (1904-1959).
9. L’annessione alla Cina.
10. Quanti Tibet esistono? Dal 1959 al presente.

B. Civiltà e religioni indotibetane (24 ore, Modulo monografico):

Le dottrine religiose tibetane:
1. Le vie di illuminazione, diretta e graduale. Il concilio di Lhasa.
2. La tradizione Bon.
3. La via della grande perfezione (rDzogs chen).
4. La scuola della recisione dei demoni (gCod).
5. Le dottrine escatologiche.



CONTENTS

Course Title: [Indotibetan Religions and Civilisations]

[Module A (24 hours)
1. Tibetan prehistoric culture.
2. Tibet Appears in Central and OrientalAsian History (600-700)
3. The Holy Buddhist Empire (700-797)
4. The fragmentation time and Hegemonic Religious Power
5. Patrons and Priests.
6. Golden Age. Buddhist Literatures, Arts, Sciences in the Heart of Asia.
7. The Dalai Lamas age.
8. A Brief Dream of Independence.
9. Annexation by China.
10. How many Tibet? From 1959 to Present.

Module B (24 hours)
History of Tibetan Philosophical and Religious Thought:
1. Direct and gradual ways to Buddhahood. The Lhasa Debate.
2. The Bon tradition
3. The Way of the Great Perfection (rDzogs chen).
4. The gCod school
2. The eschatological doctrines



TESTI DI RIFERIMENTO/BIBLIOGRAFIA

Modulo A:

Sam Van Schaik, Tibet. Storia di un popolo e di una tradizione, Milano: Longanesi, 2015

Modulo B

Ma gcig. Canti spirituali, (a cura di Giacomella Orofino), Milano: Adelphi, 1995
Samten Karmay, The Great Perfection (rdzogs chen), Leiden: Brill, 2007.
Giuseppe Tucci, Il libro tibetano dei morti, UTET ,1972
Per Kvaerne, The Bon Religion (dispensa fornita dal docente)


MODALITÀ DI ACCERTAMENTO DEL PROFITTO

L’esame si articola in una prova orale su tutto il programma. Durante il corso è prevista una prova scritta in itinere in classe per verificare il processo di acquisizione delle conoscenze.
Lingua in cui si svolge l’esame: italiano o in inglese
Criteri di valutazione: la valutazione terrà conto della coerenza e della accuratezza delle conoscenze acquisite, dell’uso corretto della terminologia specifica e sulla capacità di analisi critica dimostrate dagli allievi.



Categorie:W05.03- Esami aggiuntivi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: